La nostra postura: un biglietto da visita.

10/21/2016

Durante questa settimana ho letto un'infinità di definizioni di postura ed è stata un'impresa sceglierne una che descrivesse in maniera esaustiva e concisa i molteplici aspetti che la compongono perché molteplici sono i professionisti che se ne occupano: medici, osteopati, fisioterapisti, ortodonzisti, oculisti, posturologi, insegnanti di educazione fisica, psicologi, filosofi, consulenti d'immagine…

In sintesi la postura “è la risultante dell'allineamento tra corpo, mente e spirito", essa rivela chi siamo nella nostra interezza e racconta la nostra storia, perciò nessuno di questi 3 elementi, movimento, pensieri ed emozioni, può essere escluso dalla definizione di postura e l'unione di questi forma la nostra persona.


Questa visione responsabilizza sul modo di vivere, di muoversi e di reagire agli stimoli del mondo esterno e io da insegnante di Pilates quale sono, occupandomi dell'aspetto motorio, so che il mio operato andrà a ripercuotersi anche sulle altre 2 variabili dell'equazione.


Dal mio punto di vista, allora, la postura è “la posizione che il corpo assume nello spazio e nelle varie situazioni, adattandosi e opponendosi all'azione della forza di gravità che la schiaccia verso il suolo. Il suo obiettivo è mantenere l'equilibrio, sia in condizioni statiche che dinamiche. Tutto questo dovrebbe avvenire con il minor dispendio energetico e la migliore ripartizione del lavoro tra le diverse componenti. Proprio l'aspetto “economico” della postura ne determina la qualità".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La MISSIONE PRINCIPALE DEL PILATES é riportare il corpo ad un funzionamento ottimale, pertanto, la sua pratica influenza, in meglio, la maniera di portarsi e di muoversi e i suoi benefici non restano chiusi nelle quattro mura dello studio ma escono e condizionano il nostro modo di vivere, di stare in piedi, di stare seduti, di camminare, insomma diventeranno parte di noi.

 

Quando una persona si presenta nel mio studio per iniziare un programma di allenamento la prima seduta è dedicata alla valutazione posturale e all'osservazione della maniera in cui questa persona si muove.

 

 

 

 

Vi interessa effettuare un'AUTOANALISI DELLA POSTURA? Allora scrivi nei commenti e ti manderò il test

 

 

 

 

Forse hai dei consigli o vuoi suggerire altre tecniche che potresti condividere lasciando un tuo commento.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload